lingue di suocera e....focacelle

oggi mi ispiravano le lingue di suocera sottili e croccanti giuste anche per G. che potendo mangiarne solo 60 g è praticamente una intera proprio perchè sottile e dà sicuramente più soddisfazione che una sola fetta di pane.
fatte sempre con farina di farro per l'intolleranza al frumento.
con lo stesso impasto ho fatto anche 4 "focacelle" alte morbide e con le olive.

ingredienti
500 g di farina di farro ( se preferite manitoba o 00)
300 ml di acqua tiepida
15 g di lievito di birra fresco
una manciata di sale grosso
2 cucchiai di olio evo

sciogliete il lievito nell'acqua tiepida con un pizzico di zucchero, versate piano piano l'acqua nella farina già mescolata con il sale e l'olio e impastate, se il composto vi sembra troppo morbido aggiungete un pò di farina deve comunque essere morbido.
fate una palla e lasciate lievitare 2 ore in forno con la luce accesa.
passato il tempo versate l'impasto su una spianatoia infarinata impastate un pochino e poi tagliate dei piccoli pezzi e stendeteli con il mattarello facendo delle strisce lunghe e sottili.
metteteli sulla teglia con carta forno, un pizzico di sale e un giro di olio evo, infornate a forno caldo a 220° per 15 minuti, toglietele appena colorite.
per le focacelle prendete un pezzo di pasta e allargatelo con le punte delle dita, un giro di olio e un pizzico di sale anche grosso se vi piace sentire sotto i denti il salato, infornate per 15 minuti a 220°